IL VOLONTARIATO AZIENDALE…DA CASA

Il 29 settembre in 21 case, sparse a Roma e per l’Italia, alle ore 9.30 la giornata di volontariato è cominciata così: davanti a un bel caffè, in una comoda postazione allestita in cucina o in salotto, ogni volontario ha aperto i due project-kit che aveva ricevuto nei giorni precendenti.

Ne sono usciti fogli di istruzioni, cartoncini, ago e filo, stoffa, nastri, colori, pennelli, piccole sagome di legno. Niente paura, poco dopo, durante un collegamento online, i capi progetto delle Associazioni Casa di Pulcinella e Isla ng Bata hanno spiegato, passo per passo, come realizzare un piccolo pupazzo sorridente e un portachiavi colorato. Non sono mancate le mille domande, le facce spaventate, i dubbi di chi non aveva mai cucito o di chi non si è mai sentito dotato per la pittura…ma la voglia di fare e di fare insieme hanno reso non solo possibile, ma anche divertente ed energizzante, questa giornata di volontariato, da remoto ma corale e partecipata.

E’ così che 21 dipendenti di Vertex, ancora in smart working, hanno portato a termine il tradizionale Day of Service che in tutto il mondo vede i dipendenti di questa azienda mobilitati per delle buone cause. Nel caso del gruppo italiano, grazie all’organizzazione di RomAltruista, sono stati realizzati dei piccoli gadget che le associazioni beneficiarie useranno in occasione delle loro attività di raccolta fondi.

Un modo significativo di declinare il fare qualcosa di concreto e tangibile con la modalità da remoto. A fine giornata l’atmosfera era quella carica di energia e di positività che caratterizza le vere e vissute giornate di volontariato!

Ecco i commenti dei volontari:

“E’ incredibile come fare del volontariato, aiuti a rinsaldare legami di team, scoprire talenti nascosti di colleghi che pensavi di conoscere; la modalità da remoto per noi non ha tolto nulla all’esperienza di aggregazione che una giornata di volontariato fornisce ai singoli partecipanti, ci siamo divertiti da matti ed abbiamo aiutato due associazioni, cosa mai potremmo volere di più ? ”

“Attività: cucire una bambola e dipingere portachiavi  – Sentimenti: entusiasmo, paura di non essere all’altezza nel fare cose decenti. Risultato: wow! Mi sono divertita, per me che sono nuova, seppure online, ho “conosciuto” i colleghi in una versione meno professionale è un po’ più umana (che è quello che ci manca lavorando davanti ad un pc a casa da soli). Ho costruito questi oggetti con il pensiero che sarebbero serviti per una giusta causa. Il risultato è stato anche decente. Quando lo rifacciamo? Davvero dobbiamo aspettare l’anno prossimo?”

Condividi:

2 pensieri riguardo “IL VOLONTARIATO AZIENDALE…DA CASA

  • 13 Ottobre 2020 in 07:44
    Permalink

    Vorrei partecipare!! Cosa devo fare?

    Risposta
    • 13 Ottobre 2020 in 08:24
      Permalink

      Ciao Letizia, questo tipo di attività è stata fatta da un gruppo di colleghi di un’azienda. Scrivici a info@romaltruista.it se vorresti replicare la cosa con la tua azienda.
      Ciao Romaltruista

      Risposta

Rispondi a Letizia Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *