Aiutare i bambini con SOS a Natale

Esperienza di volontariato nel settore fundraising

Nel periodo natalizio, che sta diventando sempre di più un periodo d’affari, ho deciso di rispondere all’appello dell’organizzazione SOS Villaggi dei Bambini per la raccolta donazioni a sostegno dei bambini e ragazzi privi di cure familiari. Mi sono offerta volontaria per la vendita di regali promozionali a scopi benefici per conto dell’organizzazione.

La mattina del 13 dicembre mi sono recata al luogo di lavoro, il centro sportivo Maximo a Casal Boccone, dopo aver ricevuto tutte le istruzioni via mail dalla responsabile del progetto. Mentre di solito per questi turni di volontariato si fanno avanti più persone, questa volta ero da sola. Al mio arrivo, tutto il materiale necessario per la giornata era già pronto alla reception del centro.

Ero arrivata un po’ in anticipo e avevo tutto il tempo per allestire la bancarella con i prodotti in vendita: libri per bambini, tazze, palline di Natale, biglietti di auguri, carta da regalo e stelle di feltro. Inoltre, volantini e cartoline da compilare per chi desiderasse ricevere la newsletter dell’organizzazione. Per invogliare i clienti a donare c’erano a disposizione penne, matite e caramelle da regalare. Io stessa, per farmi riconoscere come volontaria di SOS Villaggi dei Bambini, mi ero messa una pettorina con il logo dell’organizzazione, lo stesso che era riportato sulla bandiera che ho esposto insieme ai regali.

Il centro era frequentato dagli sportivi mattutini che inizialmente avevano fretta ad entrare per arrivare in tempo ai corsi ma successivamente iniziavano a fermarsi per fare le prime donazioni. Hanno dato soprattutto piccole somme, spesso senza prendere il regalo, consci del fatto che il denaro raccolto va a sostenere i programmi di affido familiare interculturale e di sostegno sociosanitario ai bambini e ragazzi.

Mi ha sorpreso che molte persone hanno voluto dare un contributo, seppur piccolo, perché immaginavo, al contrario, che non tutti sono ben disposti verso questo tipo donazione. Dopo tre ore, in cui cercavo di fermare i clienti senza essere troppo invadente, ero riuscita a raccogliere 48,50€. Il giorno seguente mi sono recata alle poste per versare il denaro raccolto sul conto di SOS Villaggi dei Bambini.

Verena

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *