Abili vogatori in rotta verso una fantastica meta

Elena, Cristiano, Gianluca e Simone erano lì, davanti al circolo canottieri ad aspettarmi… il loro sguardo allegro e sfuggente, il loro sorriso timido e dolce, la loro mano tesa, il loro discreto entusiasmo, trattenuto a fatica, ma palpabile e travolgente nella sua istintività e purezza erano lì, proprio per me. Bastava essere aperta e pronta ad accoglierli! Ed io che, dopo essermi prenotata per questo servizio di RomAltruista, avevo trascorso giorni e giorni piena di dubbi, di timori e di ripensamenti, sarei stata in grado di essere utile a questi ragazzi? Possedevo le capacità e le caratteristiche giuste per loro?…

Continua a leggere

Casa Africa

E’ un portoncino chiuso con un lucchettone in basso. Arrivo dopo aver cercato la via tra le stradine laterali a Via Veneto, la lussuosissima via della “Roma In” degli anni ’50, sfarzosa ancor oggi. Passo dalla bellissima chiesa dei Cappuccini  e poi finalmente ci sono:  Casa Africa. E’ tutto chiuso, dei ragazzi di colore sono seduti al bar di fronte. Capisco che anche loro stanno aspettando e mi guardano. Chiedo di Gemma e un signore dal viso pensieroso,  un po’ più grande di un ragazzo mi dice, sta arrivando, siediti. Non sono abituata a tanta cordialità, in genere la gente…

Continua a leggere

Da volontario a capoprogetto… basta dire un Sì.

Gli organizzatori di Romaltruista mi hanno chiesto di coordinare i volontari per la Raccolta alimentare del 2 marzo. Lo hanno chiesto a chi aveva fatto il volontario nella raccolta precedente, senza conoscerci. Romaltruista ha voluto fare da sola la raccolta in 3 supermercati, senza personale aggiuntivo del Banco alimentare. Un progetto ambizioso. A posteriori capisco che Romaltruista ha fatto un salto nel vuoto: si è basata su perfetti estranei e ha scommesso sul fatto che non erano importanti le esperienze passate e capacità logistiche di ciascuno, ma la buona volontà nel fare del nostro meglio. E che questo sarebbe bastato…

Continua a leggere

Storia semiseria di una volontaria in carriera

Qualcuno nelle alte sfere di Romaltruista ha confessato candidamente che per far imparare a qualcuno a nuotare è cosa buona e giusta gettarlo direttamente nel fiume, dopodichè è possibile assistere a due possibili eventi: che la persona presa da irrefrenabile istinto di sopravvivenza inizi a capire da sè che muovendo ritmicamente e in maniera più o meno sincrona nonchè armoniosa gambe e braccia riesce a restare a galla e perdipiù a raggiungere il lato opposto della riva, luogo indicato nel progetto iniziale come traguardo a cui tendere! che la persona presa da irrefrenabile strizza inizi in preda a violenti attacchi…

Continua a leggere