Volontari involontari

Quando decidi di fare il volontario ti chiedi sempre perché lo fai, se per gli altri, per protagonismo, per sfidarti o essere considerato nella tua comunità. Alla fine capisci che qualunque sia il motore che ti spinge -e spesso è una combinazione di molti fattori- sei utile comunque. Perciò lo fai e basta. Ho scelto di fare da supporto agli allenamenti di tennis della FILO Onlus per ragazzi con disabilità intellettiva perché mi incuriosiva il fatto che non fosse richiesto di saper giocare a tennis. “Cavolo -mi sono detta- è come se per fare il cuoco non bisogna saper cucinare”,…

Continua a leggere